Riccardo Frolloni – «Corpo striato»

sogni I Era lungo la scarpata e i massi e la merda delle vacchee procedeva bene, a passo svelto, diritto di schiena, nell’arialeggera della montagna, ognuno attento ai propri piedicol sudore sotto la camicia e il fiatone, il mal di gola,nel sonno devo aver perduto la coperta, slabbrato il pigiamao dimenticato una finestra aperta, cosìContinua a leggere “Riccardo Frolloni – «Corpo striato»”

Gian Ruggero Manzoni – Un inedito

Guerre, carestie, catastrofi, vortici d’aria e mareepare che la natura rendano estranea, altra, un migrare lontanoche riversa l’uomo in un angolo, non complice a un sistema…ma l’uomo applica concentrazione e spalle curve, spalle di faticadorso, cosce, quale mulo da somae s’impone, contro un destino che lo rende infimo e ridicolo,sgomento, senza senso, senza scopo, e,Continua a leggere “Gian Ruggero Manzoni – Un inedito”

Nevio Spadoni – «Poesie 1985-2017»

U m’ven fred Mo cveica vôlta butènd l’öc in ẓira m’pôrt la môrt adöse a cameñ göbpar di viùl ẓa batù. Mi viene freddoMa qualche volta buttando l’occhio in giro / mi porto la morte addosso / e cammino gobbo / per viottoli già battuti. * E’ mêl «A m’so scalarê»,e’ des l’êt dèa iContinua a leggere “Nevio Spadoni – «Poesie 1985-2017»”

Zoom 1.1 – Intervista ad Alessandro Turoni

Alessandro Turoni (Forlì, 1986) è il primo artista protagonista di Zoom, rubrica in cui faremo quattro chiacchiere con artisti, scrittori e realtà culturali attive sul territorio con lo scopo di porre una lente di ingrandimento su tematiche inedite, tra citazioni e iniziative concrete, tra passato e contemporaneo.Guardando la produzione di Alessandro Turoni è impossibile nonContinua a leggere “Zoom 1.1 – Intervista ad Alessandro Turoni”

Stefano Simoncelli – «Lettera a una principessa»

LETTERA A UNA PRINCIPESSA a Valeria M. Dicono che me la sto cavandoe può darsi sia vero. Leggo, scrivoe guardo la tua fotografia, l’unicache ho conservato, carezzandoticon la punta del ditomentre sorridi benissimocome le volte che ti raccontavoqualcosa di divertente o una sciocchezzase ti vedevo triste, malinconica, il muso lungo. “Cosa c’è, principessa?” ti chiedevosapendoContinua a leggere “Stefano Simoncelli – «Lettera a una principessa»”