Alessia Lombardi – Inediti

Da ragazzina a Napoli mi guardavano
le gambe
………….. il sole
dei quartieri spagnoli
i panni in strada
bruciati dall’inverno.
Poi il sangue
di San Gennaro non si sciolse:
presagio
qualcuno che mi insidia

……………………………….. può esserci
di peggio di questa casa
senza dimora che ancora
non esiste non tua
forse il graffio
dei tuoi occhi mare rapido
di traverso i finestrini.


*


Hai un modo strano
di accarezzare, come si spazza
a terra la cenere l’ultimo
dell’anno
………….. si toglie il sale
impolverato dalle ostriche.
Sembra quasi che asciughi
i giorni, da me,
i mesi di un’altra
visita lontana
…………….. le mani nude
entravano nella biancheria
fin dove l’edera risale
………………………… il tempo
all’origine.


*


Non conoscevo ancora i tuoi peli
del petto
…………. nudo
sacro come una cappella
in fondo al vicolo ti bacio
fino alle ginocchia

a che pensi
quando mi guardi puoi dirmi
quello che vuoi è gratis
a casa dicono
sono come un uccellino
mangio poco
non disturbo
canto sempre

sono fortunato
……………….. è il sei gennaio
farai settanta chilometri
per tornare io trenta
in treno ho sperato
che la porta si chiudesse
con te dentro

…………….. non vivrò
oltre i ventisette
anni sii libero
anche per me.


*


Continuerò ad aspettare. Tutto
è quasi a metà. La domenica
ha di nuovo il sole
tra le gambe
……………… un fischio
si interrompe alla stazione

…………………………………vicina
posso essere vicina
……………………… a te
anche da dove non si vede
il mare senza le pietre
del Miletto alla finestra:
le case
………. che fioriscono
sono sempre spente
rischiarate con poco
dal frigorifero che ronza
di notte
……….. nient’altro.


*


Chiederò al Signore di rinascere
pianta di limone sul terrazzo
di casa tua. Per parlare
con te della vita e della morte
della strada scavata
dal tuo corpo della giovinezza
che non ho mai avuto

…………………………. insegnami
con le mani stavolta
……………………….. a non appassire.

Alessia Lombardi è nata il 20 maggio 1996 a Pontecorvo (FR) ma risiede a San Giovanni Incarico. Laureata in Filologia della Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, ha iniziato a scrivere nel 2003. Nel 2014 è stata insignita del 41° premio «La Ciociara» per la Poesia, nel 2017 del 29° premio «Fratellanza nel Mondo». Nel 2016 è stata semifinalista al concorso «CET – Scuola per Autori di Mogol»; nel giugno 2020 è tra i cinque finalisti della prima edizione del concorso nazionale di poesia «Villa delle Ginestre». È critico musicale e live-reporter per il blog «Lo Zibaldone» ed il mensile on-line «Vita Ciociara», leopardista e cantautrice (sotto lo pseudonimo di Crow J).

spineproduzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...